La Guida definitiva all'ottimizzazione della presenza Social per il SEO

da Giacomo Cioja

Da tempo sentiamo diverse voci riguardanti l'impatto che i social media potrebbero avere sul posizionamento nei risultati delle ricerche.

La verità è che la maggior parte dei siti social impostano i link in uscita con "nofollow", cosa che da un punto di vista SEO impedisce di trarre vantaggio agli occhi dei motori di ricerca.

Quindi, cosa è possibile fare?

Qui di seguito una guida per aiutarti passo passo ad ottimizzare la tua presenza sui social media in ottica SEO, piattaforma per piattaforma.

 

1. Facebook per il SEO

Ovviamente le regole da seguire nell'ottimizzazione della Pagina Facebook sono diverse rispetto a quelle che è necessario adottare per il proprio sito internet. Vediamo su cosa possiamo focalizzarci.

Nome della Pagina Facebook

In ottica SEO, possiamo considerarlo come il "Title" del nostro sito internet.

title-fb

Quindi, che nome devi dare alla tua Pagina?

  • Evita di utilizzare tecniche spammose, tipo ripetere parole chiave nel titolo
  • Inserisci il nome della tua azienda (Se è la pagina di un prodotto, il nome del prodotto)
  • Se il nome della tua azienda non contiene parole chiave relative al tuo prodotto/servizio, inseriscile, ma sempre in modo naturale

Tutto chiaro, no? E se ho già dato un nome orribile alla mia pagina cosa posso fare?

Se hai meno di 200 mi piace, puoi ancora cambiare il nome andando in Modifica Pagina > Aggiorna informazioni sulla Pagina.

URL della Pagina Facebook

L'altro fattore importante SEO che ti viene dato da Facebook è l'URL della tua pagina. Non tutti lo sanno, ma l'URL che viene fornita di base da Facebook (per capirci quella con tanti numeri) può essere abbellita e personalizzata.

Come si fa? Quando si fa?

  • Prerequisito: La tua pagina deve avere almeno 25 Mi Piace
  • Vai a https://www.facebook.com/username per cambiare il tuo nome. Attenzione: Facebook ti permette di cambiare nome solo una volta, quindi sceglilo con cura.

Altri elementi?

Informazioni locali

Una cosa che ha sicuramente impatto nel farti trovare da chi effettua ricerche locali è aggiungere il numero di telefono e il tuo indirizzo alla tua Pagina Facebook.

2. Twitter per il SEO

Esistono molti riscontri del fatto che un sito internet o un blog che riceve molti tweets ne beneficia in termini di posizionamento nei risultati delle ricerche.

In più, recentemente Twitter ha creato una directory pubblica dei profili e ha migliorato il modo col quale farsi spiderizzare da Google.

Cosa significa tutto questo per te? Cosa puoi fare per sfruttare appieno i vantaggi SEO che ti può portare Twitter?

Nome Twitter

Rappresenta anche l'URL del tuo account su Twitter. Ci sono a disposizione solo 15 caratteri. Cerca di inserire il nome della tua azienda per aiutarti a dominare i risultati delle ricerche relative al tuo marchio.

La buona notizia è che Twitter, a differenza di Facebook, ti permette di cambiare nome tutte le volte che vuoi.

Twitter Bio

La Twitter Bio serve come descrizione per il tuo profilo Twitter nei risultati delle ricerche. Oltre a questo, ovviamente una descrizione accurata che dice cosa fai ti aiuta a farti scegliere da eventuali followers e magari possibili clienti/partners. Utilizzando una descrizione con parole chiave relative alla tua attività può aiutarti a farti trovare.

twitter-bio

Ottenere più Tweet

Non c'è una formula magica per ottenere più tweet su Twitter. Cosa puoi fare per migliorare la tua presenza su Twitter?

  1.  Utilizza Twitter per costruire relazioni e utilizzale bene.
  2. Condividi i post del tuo blog su Twitter e anche più di una volta (sempre entro certi limiti per non risultare spammosi)
  3. Facilita la condivisione dei contenuti del tuo sito su Twitter
  4. Non hai tempo? Affidati a chi può tweettare per te

3. Google+ per il SEO

Purtroppo all'interno di una strategia SEO non è più possibile ignorare Google+ e questo perché, come è ovvio, Google dà una certa importanza nei risultati di ricerca alle informazioni provenienti dal suo social network.

Cosa bisogna fare?

  • Prendi possesso della pagina Google+ della tua attività se già esiste o creane una
  • Costruisci come hai fatto su Facebook e Twitter un buon numero di follower. Il modo più semplice è chiedere a chi è già fan/follower negli altri social media di diventarlo anche su Google+
  • Utilizza un tool come Hootsuite per inserire lo stesso post su tutte le tue presenze social in un unico click

Un piccolo extra dato dal sistema di attribuzione contenuti di Google

L'impatto maggiore che ha Google+ sui risultati delle ricerche è la possibilità di aggiungere una foto di fianco ai risultati delle ricerche quando appaiono articoli a te collegati. Come si può intuire, questo, al momento, funziona solo con i profili personali.

Influenza il SEO? No, in ottica di posizionamento, ma avere una foto indubbiamente balza molto di più agli occhi rispetto agli altri risultati.